STRADA (RI)FACENDO

Strana la vita… ieri sera mentre ritornavo a casa è successa una cosa… e poi un commeto sul blog…

Strana come la giornata appena passata… con una stanchezza indescrivibile… una marezza in bocca… una??? mah… cmq…

Dicevo delle stranezze… ma sarebbe giusto dire… vabbè…

Tutte le sere torno a casa per la stessa starda… come tutti del resto… credo…

Ieri sera no… Non so come… non so perchè… non volendo il mio percorso verso casa non era il solito… e la cosa strana era che molte delle vie non sono come dire “proprio di strada”… Ma questo è stato…

Me ne rendo conto solo quando ascoltando il cd mp3 in macchina avverto una sensazione (uso un eufemismo) “spiacevole”… terribile…

Tanto perrendere l’idea la pistola puntata alla testa è poco…

più vicino invece sensazioni che si potrebbero provare buttandosi nel vuoto…

Penso come ad un attacco di panico…  invece mi guardo intorno… e…

Stavo percorrendo la strada in cui qualche tempo fa per una serie di cause del tutto imprevedibili… ma che si sono verificate tutte insieme… distruggevo la macchina… con un incidente tanto improvviso e inspiegabile… quanto impressionante!!! E per fortuna che andavo piano…

Ho ancora in mente l’urto contro il newgersey… i vetri rotti… un urlo… una macchina che già gira e una ferma di traverso contro cui ci fermiamo… una donna in mezzo alla strada…

Attimi… flash… quelli sono stati… il tutto in non più di tre secondi… la pioggia… la paura… io che prendo a calci gli sportelli per uscire dalla macchina… la concitazione per togliere le macchine di traverso dall strada… la pochissima luce… la curva con la luce accecante… la grandine che continua a cadere… i pianti di una ragazza che era li e che aveva già fatto l’incidente e si è vista le altre due macchine piomabre addosso alla sua… ( fortunatamente era riuscita ad uscire…)

Attimi… io che mi guardo e miracolosamante senza un minimo graffio o contusione lesione ofrattura… Un miracolo!… mi guardo la macchina… pensando… e nemmeno rendendomene conto dico a voce alta: almeno il tetto è sano… Poi guardo i lcielo… e non è detto (mentre passa un aereo)…

(mentre io penso che sono un idiota… e perchè non sto zitto!!!)

Mi guardano sbigottiti tutti ovviamente… e ridiamo fragorosamente… di quel riso un pò amaro… magari tipico riso di paura… con gli occhi lucidi… di chi ha visto la vita e la morte passargli accanto…

Bè sarà per un altra volta… continuo… (qualcuno si gratta… tutti per la verità)

Adesso è un altro giorno! Stavolta mi guardano e non ridono… i loro sguardi… e anche il mio… vagano per un istante…

Siamo vivie senza un graffio per nessuno… solo danni per fortuna….

E in tutto questo… dopo una giornata terribile come poche… ho gli occhi fissi sulla strada… su quella maledetta strada…

Da quel giorno credo un pò di più… in tutto… ma soprattutto nei miracoli…

Tutto puoò accadera…

Chiedo scusa per il post… a voi che mi seguite… ma questo spazio è anche questo.

BUONAGIONATA… Oggi è un altro giorno

 

STRADA (RI)FACENDOultima modifica: 2008-03-07T09:45:00+00:00da dream_man69
Reposta per primo quest’articolo

17 pensieri su “STRADA (RI)FACENDO

  1. weeee ciaooo bello, non è che ti è venuta voglia di ripercorrere qulla strada? magari cosi, tanto per, molti lo fanno
    buona giornata sognatore

  2. mannaggia…che ricordi..ma come mai sei entrato per quella strada senza accorgertene???? cmq..grazie per il complimento…provo a cimenta

  3. wee dream…mi fai preoccupare…il bello dei ricordi è ke si possono sia rimuovere sia amplificare..sia condividere..
    dove sei???

  4. Ciao Cesare innanzitutto grazie per gli auguri, sei stato senz’altro il primo o) Non capisco poi perchè debbas cusarti per il post. Io adoro queste storie, danno un senso diverso alla nostra vita. Anche io una volta sono scivolata col motorino per una macchia d’olio su di una discesa ripidissima. Ho perso conoscenza per un attimo ma quando mi sono risvegliata ero solo tutta tumefatta nonstante avessi battuto la testa contro il palo che aveva fermato la mia corsa. La persona che era dietro di me era già in lacrime non poteva crederci che stessi bene. Sono momenti che non dimentichi, come è giusto che sia per ringraziare ogni giorno la vita. Un abbraccio particolare….Daniela

  5. Mi hai fatto venire i brvidi. Sono contenta che è andato ttutto bene e stai qui a scrivere i tuoi post. Ormai è tutto passato caro Cesare.
    Cmq, io credo molto ai miracoli e che qualcuno da la su’ ci guarda e in
    qualche modo ci protegga.
    Ti abbraccio fortissimo
    P.s. Grazie per gli auguri

  6. Che brutti i ricordi a volte..
    Grazie per gli auguri.. gli accetto anche se sono in anticipo!!
    Per la foto.. si.. sono io e la mia Kika (io sono quella con i capelli scuri).
    Buonagiornata.. io vado a sfogarmi in palestra!!Cleo.

  7. I brutti ricordi non si possono cancellare, ma l’importante in questi casi è comunque essere riusciti a portare a casa la pelle. Per le mie idee politiche sì, sono politicamente schierata nella schiera degli indecisi…in quanto nessuno dei programmi elettorali dei vari partiti finora mi soddisfa pienamente. Pazienza, che ci vuoi fare

  8. E meno male che nessuno si è fatto male!!! A volte i miracoli avvengono… io ci credo, sai? Buona serata e buon fine settimana!!!

  9. Ciao ho provato a commentare ieri,ma non era giornata..io credo fermamente nei miracoli..c’è qualcuno lassu’ che veglia su noi…ho provato sulla mia pelle..e su quella delle mie bimbe…devi saper che non sapevo di essere incinta della bimba grande,in sogno ero in chiesa che cercavo informazioni sul bracciale del rosario(era un mio desiderio)quando incrocio un frate per l’informazione e mi fa:Lo sai che sei incinta?Sarà una bimba,andrà tutto bene e sarà bellissima…io stupita gli chiedo di nuovo del bracciale,non curandomi di quello che aveva detto..sorridendo mi risponde:No,mi dispiace qui non c’è è da un’altra parte che devi cercarlo….In poche parole sul treno bianco che va a Lourdes..con mia enorme sorpresa il giorno dopo ricevo un opuscolo e c’era una foto di quel frate…e si..SAN PIO…e dopo una settimana ho scoperto di essere incinta dopo 5 anni,ma sopratutto dopo tutto quello che i medici mi avevano detto…OPSSS…mi sono dilungata,mi spiace,ma volevo renderti partecipe del mio primo miracolo..un bacio e abbraccio…CINDY

  10. In quell’attimo la tua vita corre veloce nella tua mente, tutto quello che hai fatto ti passa negli occhi e dopo il vuoto assoluto….. brutta sensazione ma importante è poterlo raccontare.
    Si ci credo anche io che ci sia qualcuno che ci protegga in certi momenti della vita e ci salva da queste brutte situazioni.
    Il ritornare sul luogo e come prendere coscienza di ciò che poteva essere e di quello che invece è stato veramente.

    Ciao uomo dei sogni buona serata!

  11. …si comincia a credere nei miracoli quando ci si rende conto che dopo un brutto incidente, si è ancora vivi… ma sai, penso che il destino manovri le nostre strane vite… e che a quello che ci capita ci sia sempre un perché… tante volte non riusciamo a dargli una risposta, ma prima o poi ci arriveremo… un caro saluto,missfunny5

  12. 8 marzo: un giorno qualunque come tanti,
    una festa come poche!
    Auguri a tutte le donne del mondo e

    buon fine settimana.

    pulvigiu.

  13. I miracoli avvengono, eccome, io ci credo come credo che ci sia un destino, grazie per gli auguri, in che senso dovrei agire? Bacio Poldy

I commenti sono chiusi.