PUREZZA DI PASSIONE

88c1a7abe84f97405d79a10xb3.jpg[…]

Il cuscino… infuocato, arde come la passione che dentro non ci sta più, è troppa.

Il cuscino, sostituto dell’oggetto del desiderio… e che desiderio. Il cuscino, gonfio, consistente…

Il cuscino, sul viso, sul ventre, fra le gambe… Il cuscino a cui manca solo la parola, ricco di profumi, che richiama immagini impresse sulla pelle, emozioni che tolgono il fiato.

Il cuscino a cui chiedi perché: perché non ci sei, perché non  sei qui, perché non mi prendi, perché non mi sottometti ai tuoi voleri, perché non mi fai strappare i vestiti da dosso e mi fai buttare su di te come quando nudi sulla neve a faccia avanti si scivola a valle con lo sfegolio del corpo che da quella sensazione di piacere e fastidio insieme, di brivido e di piacere estremo.

Quello vorrei. Adesso.

Supplicherei, implorerei, con le mani. Arriverei perfino a pagarti. Comprerei ogni gemito che tu riuscissi a darmi. Ogni parola che saresti capace di riuscire a farmi pronunciare. E ti trascinerò verso il piacere come punto di non ritorno. Un piacere dosato, lento, guardandoti negli occhi per scrutarlo, per tenerlo sotto controllo. Così da riempirti del mio piacere nel darti piacere. Fino a quando tu con il piacere alla stelle nel tentativo di soddisfarlo ne chiedessi di più, l’ultima goccia per traboccare nell’estasi. Li ti chiederei indietro tutti denari, tutti i miei gemiti, le mie suppliche. Ma soprattutto ti sottometterei a tutti i miei voleri, ai tutti i miei capricci, a tutte le mie smanie.

A quel punto saremo come due zattere in alto mare che in balia delle onde battono contro gli scogli, due corpi che si sbattono l’uno contro l’altro, si compenetrano, si bramano. Godono. Godono all’unisono felici di aver raggiunto l’estasi, vergognosi delle parole dette, dei gesti impulsivi imposti e di quelli supplicati. Felici di esserci conosciuti, felici ognuno di aver conosciuto un’altra parte di se stesso. A quel punto solo rivoli di piacere, il tuo ed il mio. Brividi, di sudore, di caldo, di freddo. A toccarsi da soli per completarsi.

Fino a quando occhi negli occhi ognuno prenderà la mando dell’altro, le appoggerà sulla schiena dell’altro per avere ancora piacere canonico. Ma più sensuale, più profondo, più ricercato.

Raggiungimento del desiderio.

Di te. Di noi.

Desideri profondi… di noi.

[…]

PUREZZA DI PASSIONEultima modifica: 2010-05-15T06:00:00+00:00da dream_man69
Reposta per primo quest’articolo

68 pensieri su “PUREZZA DI PASSIONE

  1. Wuaooooooooooooooooooo!!!!!!

    alla faccia della passione….questo è un uragano di passione estasi sentimenti ed emozioni…. sono ancora in trance per poter proferire qualche parola….

    Un abbraccio Dream e buon fine settimana augurandoti proprio di poter sperimentare queste pure emozioni….

  2. mah…leggo il post e si sente la passione,si sente il desiderio la voglia di riuscire ad avere a prendere…tutto d’un fiato tutto di corsa tutto e subito,la passione e la trasgressione.Ma si avverte qualcosa,nonostante tutta questa passione rimane freddo,un brivido di freddo che attraversa il corpo e nn sai spiegarti cos’è,si sente la mancanza di tempo….si sente che manca qualcosa e nn capisci cosa…che sara’? cece la passione la senti arrivare e ti prende ti coinvolge ti stravolge ma cosi’ come arriva cosi’ finisce,va vissuta al momente altrimenti si rischia di capire che in realta’era solo un attimo…un attimo di follia che desideravi vivere…forse sto dicendo delle fesserie:) forse no,ma è quello che sento leggendo..manca qualcosa…manca il cuore….pero’ complimenti riesci a essere davvero,come dire,penetrante:)

  3. x Lù
    Il titolo è purezza di passione non era un caso.
    Nello specifico la vita è fatta di parentesi, di momenti. Come nell’amicizia, nell’amore, nel gioco lo è anche “nell’intimità”. In ogni momento ci sono sentimenti e pensieri diversi.
    Questo era un frammento di un momento. Non voleva essere null’altro. Una semplice “fotografia” anche se in realtà è frutto di fantasia. Come in passato frammenti di sentimento piuttosto che di “carnalità”.

    Spero a presto!

    Ps. Dopo gli auguri, un commento?? E’ un ritorno alle origini??? :-DDDD
    Ciaooooooooooooo

  4. ciao dream ocio che te do na robuccia
    SEVERANCE
    The birds of leaving call to us
    Yet here we stand
    Endowed with the fear of flight
    Over land, the winds of change consume the land
    While we remain in the shadow of summers now past
    When all the leaves have fallen and turned to dust
    will we remain entrenched within our ways
    Indifference
    The plague that moves throughout this land
    Omen signs in the shapes of things to come
    Tomorrow’s child is the only child
    Tomorrow’s child is the only child

  5. OEeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
    la voi slega a sta povera donna !!!!!
    Dai su che i familiari snon andati a chi l’ha visto ….c’ero
    pure io che cercavo un cavallo spellacchiato che mi ha abbandonato…..
    ho visto la foto e ho capito tutto …lascialaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    aoooo ma si tremend’ !!!!! arda sa !!!!!

  6. Quanta passione che cerca solo di essere vissuta ahi ahi caro cece…chiudo gli occhi e mi rendo conto che alcune cose forse non riesco a non riusciro’ mai a viverle….quando lungo questo percorso della vita riesci a vivere delle emozioni cosi’ forti e poi le perdi dopo diventa cosi’ difficile riuscire a ritrovarle e piu’ le cerchi,piu’ ne senti il bisogno piu’ ti accorgi che la tua era solo la voglia di sentirti ancora”vivo”….:) un baciotto……lu’

Lascia un commento