Chissà… [2]

  […] Chissà… perché alcuni momenti della giornata il pensiero vola… torna al passato o immagina il futuro. Chissà… Chissà… perché nei momenti più bui si scrivono le pagine più “colorate”… Chissà… Chissà… come e perché, quando due occhi si incontrano, quando due mani si sfiorano, due corpi si avvicinano e finiscono sempre nel (com)penetrarsi… Sempre … Chissà… […]

Chissà… [1]

[…] Chissà… Se basta guardare la vita con altri occhi, in altri modi… Magari attraverso gli occhi di un bambino, come attraverso una lente che cambia i colori e le espressioni, gli atteggiamenti e le derisioni. Una lente… quello servirebbe. Accorcerebbe distanze, farebbe risaltare particolari che solo a distanza si potrebbero vedere… nel loro scorrere naturale.. veri… liberi. Come la … Continua a leggere

E ti vengo a cercare…

Nella memoria ritornano parole. Passato il tempo acquistano più valore… Maggiore è la particolarità… Maggiore è l’intensità… Parole che avrei voluto sentire… perchè è meglio che mentire… E allora… eccomi… puntuale… come sempre…  E ti vengo a cercare E ti vengo a cercare anche solo per vederti o parlare perché ho bisogno della tua presenza per capire meglio la mia … Continua a leggere

Ripensandochepoi…

[…] Nei giorni in cui l’aria è calda ed il vento ti accarezza la pelle… arriva un profumo… In principio non capivo questo odore.. tanto familiare e tanto sconosciuta… l’associazione. Poi eccoti… chiudo gli occhi e sei qui… Nessuno potrà mai saperlo se non noi… ma li… successe tutto. Tu non lo sai ma passo… passo spesso… discretamente. E non … Continua a leggere

Un senso…

Nel mio perenigrare… e curioso come pochi… mi sono imbattutto in uno scaffale di una libreria dove con poco rispetto LORO venivano esposti  e miseramente svenduti ! Li ho comprati… tutti e portati con me… Almeno quei testi… avranno una dignità e così i loro autori. La dignità della lettura… E con mia grande sorpresa… il LORO contenuto era spettacolare… E stranamente… … Continua a leggere

Altri amori… (come se si potesse scegliere)

                                                                                                                                                                         […]  Ovvero chi per intuizione, chi d’inclianzione, chi per sommo tedio, chi per un rimedio, chi d’ubriacatura, chi per voglia pura, cambia scenario alle pene dell’amore, ai dolori dell’amore muta postura              Ove si scopre, tra l’altro, che l’arte divinatoria non passa da porte secondarie; che le pietre sono … Continua a leggere

L’uomo… volante

Se ti avessi lo sai Capirei la mia vita scoprendo dentro di me Con il senno di poi Che ogni scelta sbagliata mi conduceva da te Cosi mi immagino gia il tuo sorriso E vedo accendersi noi… Allo stadio in un bar in un gesto affettuoso Che non ci capita mai Vorrei regalarti un cielo d’agosto Che fa da cornice … Continua a leggere

Stralcio

  […] Il freddo era più freddo, il dolore più dolore… il vuoto poi… I ricordi alcune volte mitigano… alcune volte feriscono ancora di più… Come si fa quando non c’è uscita di sicurezza??? Quando si va avanti perché l’unica strada è quella che si ha davanti??? Ma davanti si sa di trovare il plotone di esecuzione??? Si va avanti… e ci … Continua a leggere

FIGLIA…

Figlia   (Vecchioni)   Sapeva tutta la verità il vecchio che vendeva carte e numeri, però tua madre è stata dura da raggiungere, lo so che senza me non c’era differenza: saresti comunque nata, ti avrebbe comunque avuta.   Non c’era fiume quando l’amai; non era propriamente ragazza, però penso di aver fatto del mio meglio, così a volte guardo … Continua a leggere